24

agosto 2015

A Meissen per la festa del vino

autore:

Il saluto all’estate in Sassonia non è poi così amaro, tutto merito del vino che ci fa stare allegri, in particolare qui a Meissen, la mia città, dove ogni anno alla fine di settembre si tiene il Festival del Vino, uno dei più grandi eventi legati alla tradizione vinicola della Sassonia. I festeggiamenti cominceranno questo venerdì 28 settembre e fino a domenica 30 la città sarà un tripudio di gioia e spettacolo. Perché è così speciale la festa del vino del Meissen? Perché il centro medievale si trasforma in una grande cantina a cielo aperto e tutti aspettano il momento clou della cerimonia di apertura, il venerdì, quando entra in scena il “Re del vino” insieme alla sfilata dei carri e agli uomini e donne in costume che si esibiscono in divertenti rappresentazioni teatrali. Seguono per tre giorni eventi di musica live di vario genere, dal folk, al jazz, al rock. Ce n’è per tutti i gusti, non mancano iniziative culturali e ovviamente l’orchestra con il suo repertorio classico. L’ingresso è gratuito tutti e tre i giorni. La domenica è il giorno dei viticoltori e del giro nelle cantine secolari della città: si stappano le botti e si servono bicchieri di vino alla folla che assiste entusiasta al rituale dell’imbottigliamento. E per concludere, a fine giornata, si accende uno spettacolo di fuochi d’artificio sulle rive dell’Elba. Nelle stesse date (28-30 settembre) si tiene anche il Festival del Vino a Radebeul, vicino a Dresda. La tradizionale festa si tiene nel verde villaggio di Altkoetzschenbroda ed è anche questa animata dalla sfilata in costume del Dio del vino, dai musicisti e dalle compagnie teatrali (attese 19 con in programma 70 spettacoli).

L’importanza del vino in Sassonia ha radici lontane che risalgono all’inizio del Novecento. In questa piccola regione vinicola del nord Europa, dove il clima è favorevole e il suolo ricco di minerali, si coltivano da 850 anni vitigni per lo più di uva bianca (il vino rosso si coltiva raramente). Negli anni sono stati fatti investimenti e migliorie per accrescerne la qualità e ad oggi tra le etichette più prestigiose ci sono il Müller-Thurgau, il Weißburgunder, il Traminer, il Riesling, il Ruländer, il Kerner, il Scheurebe, Bacchus, Gutedel, Morio Muskat e dal 1993 anche il profumato Pino Grigio e la varietà Goldriesling. Quest’ultima unicamente prodotta in Sassonia nella valle dell’Elba. Da provare assolutamente se venite nella nostra regione!

Per andare alla scoperta della storia e della cultura vinicola della Sassonia c’è il Sentiero del Vino che per 55 km attraversa la regione lungo tutta la valle del fiume Elba da Pirna a Diesbar-Seusslitz, per un’estensione totale di circa 1175 ettari. Chi ama fare trekking può seguire il percorso tra i vigneti mentre chi preferisce le due ruote può fare il tour in bicicletta, seguendo la pista ciclabile dell’Elba, ad esempio Radebeul si trova esattamente sulla ciclovia e i tempi di percorrenza non sono lunghi (Dresda–Radebeul 10 km, Radebeul – Meissen 15 km, Meissen – Diesbar-Seusslitz 10 km).

Credit photo: André Wirsig, Radebeul

 

Tags:
Categorie:Eventi

Argomenti correlati

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.