8

maggio 2012

“Bachfest” a Lipsia

autore:

7-17 giugno 2012 – celebrazioni del “Bachfest” a Lipsia

Note, arte e passione travolgono, avvolgono ed affascinano chiunque voglia visitare Lipsia. La musica classica, con tutta la sua forza, accompagna il turista per le vie del centro, rendendo la permanenza in questa città unica in ogni suo aspetto. Una tradizione lunga secoli e costituita da oltre 500 compositori tra cui spicca il celeberrimo Johann Sebastian Bach.

Compositore, organista e, durante gli ultimi 27 anni di permanenza a Lipsia, anche maestro della Thomana (Coro della Chiesa di San Tommaso), durante la sua vita ricevette numerosi riconoscimenti dai frequentatori dell’ambiente. Successivamente alla sua scomparsa, però, gran parte delle sue opere vennero dimenticate, e solo nel XIX secolo riprese e divulgate. A Lipsia scrisse molte delle sue opere più famose, tra cui la Passione secondo Matteo, la Passione secondo Giovanni, e l’Oratorio di Natale; e proprio in questa città non poteva mancare un museo dedicato a lui. Il piccolo palazzo di fronte alla Chiesa di San Tommaso, dove all’epoca abitava Georg Heinrich Bose, grande amico di Bach, adesso raccoglie la storia di questo genio della musica classica. La casa è uno dei tanti punti che costituiscono il “Leipziger Notenspur”: tour di 5 km nel quale si ripercorrono i momenti salienti della storia della musica a Lipsia.

L’annuale Bachfest è rinomata in tutto il mondo proprio per la straordinaria convergenza di storia e musica; ogni angolo della città richiama alla memoria non solo momenti storici, ma anche episodi riconducibili al maestro. Esecuzioni di Sinfonie, Concerti per organo, da camera, Concerti dedicati alle famiglie, Musica Jazz ed eventi all’aperto caratterizzano da sempre questo evento.

Il programma di quest’anno è dedicato particolarmente all’eredità musicale del coro di voci bianche della “Thomana”, che proprio quest’anno compie 800 anni. A partire da Georg Rhau fino all’attuale Georg Christoph Biller, sono numerosi i Thomaskantoren che nel corso dei secoli hanno guidato il coro (Il Kantor è colui che si occupa della direzione artistica di un coro, compone liturgie e partecipa all’interpretazione di queste). L’esibizione del Bachfest 2012 vedrà non solo l’esecuzione di diversi pezzi composti dai vari Kantor finora mai eseguiti, ma anche di quelle opere che hanno reso il coro famoso in tutto il mondo. All’evento, inoltre, parteciperanno interpreti di fama mondiale come Masaaki Suzuki, Marcus Creed, Ton Koopman, oltre che “The English Concert”, l’ensemble barocca inglese.

Peculiarità di questa edizione 2012 è l’introduzione del programma “B@ch per noi”. Questo consentirà anche ai più giovani di avvicinarsi alla musica classica, e vedrà ad esempio l’esibizione della giovane orchestra della scuola di musica “Johann Sebastian Bach” in collaborazione con il Conservatorio di Bologna.

Per concludere un ultimo consiglio per tutti coloro che non riusciranno a procurarsi il biglietto per assistere alla manifestazione: tutti i venerdì e tutti i sabati il coro della Thomana si esibisce con mottetti e cantati presso la chiesa di San Tommaso. Quale occasione migliore per continuare l’incanto ed il fascino offerti dalle vie del centro?

Per ulteriori informazioni visitate i siti: http://www.bach-leipzig.de/index.php?id=26&L=1 e http://www.thomana2012.com/

Credit photo:  LTM-Schmidt

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.