31

maggio 2012

Freiberg, passato e futuro risplendono nel suo presente

autore:

850 anni e non sentirli! Il cuore d’argento della Sassonia compie gli anni.

Città universitaria, a metà strada tra Dresda e Chemnitz, Freiberg  vanta una tradizione industriale mineraria e metallurgica lunga 800 anni, che negli ultimi 30 anni si è trasformata in industria Hi -Tech. Freiberg, città dai mille volti, quest’anno festeggia un compleanno importante con una serie di eventi, manifestazioni e celebrazioni che vedranno il culmine nella settimana dal 24 giugno al 1 luglio dove, nel rispetto della tradizione, nel centro storico è prevista una sfilata di minatori provenienti da tutto il mondo.

Il 1168 segna l’avvio della cosiddetta “Corsa all’argento”, è in questo anno infatti che s’inizia ad estrarre l’argento dalle miniere della città, tanto da diventare l’attività più redditizia. Dal 1400 Freiberg, assieme a Dresda e a Lipsia, è tra le città più grandi della Sassonia e, fino alla fine del 15° secolo, è il centro più ricco della regione dove, tra l’altro, la dinastia Wettin avvia un importante centro bancario.

Gli highlight di Freiberg

Case patrizie e mura cittadine ben conservate testimoniano il benessere che ha caratterizzato i secoli passati della città. L’Obermarkt (Mercato Superiore) è una delle piazze più pittoresche della Germania, tuttavia, il fiore all’occhiello della città è la cattedrale. Celeberrimo è il suo “Portale d’Oro” in stile romanico generosamente decorato con figure un tempo colorate. La chiesa inoltre, ospita altri tre gioielli che non passano inosservati. Il primo è rappresentato dalla magnifica cappella sepolcrale degli Elettori che è considerata come uno dei principali capolavori realizzati nello stile del manierismo italiano; gli altri due sono pulpiti. Il Bergmannskanzel prende il nome dai due minatori che fungono da portatori dello stesso; il caratteristico “Pulpito a Tulipano” di Hans Witten, invece, è una delle opere più fantasiose del tardo gotico.

Per concludere in bellezza la visita della cattedrale è indispensabile assistere ad un’esibizione del più grande ed antico organo realizzato da Gottfried Silbermann, il quale, maestro costruttore di organi di tutta la Sassonia, scelse Freiberg proprio per l’abbondante presenza di metallo e legno che la zona offre.

In base agli interessi dei visitatori, il giro della città può continuare in due modi. Se si è amanti del teatro, della musica classica e delle opere musicali e teatrali, non si può perdere una visita al più antico teatro civico del mondo, dove, nel 1880 il giovane Carl Maria von Weber ha rappresentato la sua prima opera.

Chi, invece, s’interessa agli aspetti relativi all’ambito industriale e tradizionale della città, può effettuare una visita dell’Accademia Mineraria. Questa, fondata nel 1765 come primo istituto Superiore Tecnico in Germania, ancora oggi gode di un’ottima reputazione ospitando un’importantissima collezione di minerali, la più antica al mondo del suo genere. Per approfondire ancora di più gli aspetti della tradizione industriale mineraria della città, si consiglia di visitare il museo di Bergbau (museo dell’industria mineraria), oppure si può prenotare una visita “sotto terra” nella storica Silbergwerk (miniera d’argento).

Nel periodo dei festeggiamenti della città si propongono varie iniziative ed eventi particolari culminanti nella settimana dal 24 giugno al 1 luglio tra cui una sfilata di minatori provenienti da tutto il mondo.

…beh state ancora meditando se fare o no una capatina nel cuore d’argento della Sassonia?

Ulteriori informazioni: Freiberg

In apertura: grandi festeggiamenti: la “Bergstadfest” a Freiberg; (fotografo Ralf Menzel)

 

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.