13

febbraio 2015

Innamorati a Dresda

autore:

Se pensate che San Valentino sia una festa mielosa e di poca importanza questo post è proprio quello che fa per voi. Se siete avversi al giorno degli innamorati è perché forse non lo siete… o forse il vostro lato romantico è solo un po’ assopito. Per risvegliarlo penso non basti una cena a lume di candela o una scatola di cioccolatini, le convenzioni non fanno al caso vostro, per questo San Valentino proprio non vi piace. Ma se l’alternativa fosse una vacanza romantica per storia, arte e cultura? Cosa ne pensereste? Non pensavo a Parigi, probabilmente hai subito storto il naso pensando al classico bacio sotto la Torre Eiffel, e nemmeno a Venezia… per il giro in gondola si possono aspettare anche le nozze d’oro. No, no, nemmeno Verona, dove la tua Giulietta o il tuo Romeo potrebbero pensare che tu stia nascondendo qualcosa…

Io stavo pensando a Dresda, il capoluogo della Sassonia, la Firenze sull’Elba, nonché la mia città!
Qui il romanticismo ha radici ovunque: nella musica dei grandi compositori, nell’architettura barocca dei palazzi del centro storico come lo Zwinger, nelle opere di pittori di tutte le epoche, da Canaletto ai romantici Friedrich e Dahl. Tutti innamorati dello skyline del centro storico, delle sponde del fiume Elba, delle montagne di arenaria della Svizzera Sassone e dei piccoli villaggi medievali della Valle dell’Elba, che ci hanno regalato inestimabili bellezze.

Inoltre, Dresda è costellata di storie romantiche come quella del Principe Elettore Augusto Il Forte, che, innamoratissimo di una donna, Anna Constatia, diede ordine di costruire un palazzo tutto per lei adiacente al castello reale, il famoso Taschenbergpalais, oggi sede dell’hotel Kempinski, tra i più eleganti 5 stelle in Europa. I due edifici erano stati appositamente collegati da un ponte per permettere ai due di incontrarsi segretamente.

E anche fuori città, sono tanti i luoghi da favola da visitare in coppia, come il castello di Moritzburg, il castello di Pillnitz, anche questo fatto costruire per la maitresse del principe Augusto. È possibile raggiungerli noleggiando una bici e pedalando insieme lungo la ciclabile dell’Elba oppure salendo a bordo della flotta di battelli a vapore tra le più antiche del mondo. E ancora potete cenare al ristorante Canaletto sulla sponda dell’Elba oppure prendere coperta e cestino e fare un pic-nic all’aria aperta, fermarvi ad ascoltare la musica classica da strada o prenotare un biglietto per un concerto alla Semperopera, tempio della musica.
Lasciatevi trasportare da quanto Dresda ha da offrire e guardatela con amore, proprio come la vostra metà!

Buon San Valentino!

Credit: Sven Döring

Tags:
Categorie:Arte Dresda

Argomenti correlati

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.