8

settembre 2017

Lipsia, Festa delle luci 2017. Sui luoghi della Rivoluzione pacifica

autore:

Lipsia non dimentica. Ogni 9 ottobre, in ricordo delle manifestazioni popolari che portarono alla caduta del regime della DDR e del muro di Berlino, si celebra la “Festa delle luci”.

Dopo aver visto il grande 89 fatto di lumi di candela , sarete commossi nel dire “Io c’ero” nel centro della Augustusplatz quella sera. Tutto l’anno, invece, per esplorare da soli i luoghi e gli eventi della Rivoluzione pacifica e i cambiamenti che Lipsia ha conosciuto a partire dal 1989, c’è l’App “CAMMINATA 89”, per iOS,  e Android.

Ieri, 9 ottobre 1989

Stanchi e oppressi dal regime della DDR, 70.000 persone percorsero le vie della città, portando delle candele accese. Chiedevano libertà e democrazia, gridando “Wir sind das Volk”, “Noi siamo il popolo”.

Oggi, 9 ottobre 2017

La giornata vive due momenti: il primo, presso la chiesa di San Nicola alle 17:00, dove una parte dei cittadini di Lipsia si riuniva , con una Preghiera per la pace; il secondo, la “Festa delle luci”, avrà luogo alle 20:00 nella piazza principale di Lipsia, la piazza di Augusto, tra la Gewandhaus e l’Opera di Lipsia, due simboli della “Città della musica”. Il motto dell’edizione 2017 è “Aufbruch – Verantwortung – Offenheit” che potremmo tradurre così, “Avvio – Responsabilità – Apertura”. Nel corso della serata, con la guida artistica di Jürgen Meier si alterneranno discorsi, note jazz (grazie al Stephan König Jazz Quartett) e video che, proiettati dietro al palco, porteranno i partecipanti indietro nel tempo, per rivivere i momenti principali delle giornate del 1989. Anche quest’anno le persone presenti sono invitate a comporre un grande 89, portando ciascuna una candela accesa.

Credit: LTM/ Punctum Bertram Kober
Il grande 89 fatto di lumi, nel centro della Augustusplatz.

A spasso con l’App: itinerario suggerito

L’AppCamminata 89”  vi guida lungo i percorsi delle manifestazioni di protesta del 1989, fornendovi ad ogni tappa informazioni storiche, testi, audio e foto. Le tappe della passeggiata sono ordinate per data: la prima, in Peterstrasse, racconta della prima manifestazione non autorizzata, il 15 gennaio 1989, per il riconoscimento dei diritti civili. L’ultima delle 20 tappe ci porta alla piazza di Augusto dove, nel marzo 1990, le “Montagsdemonstrationen” erano veri e propri comizi elettorali in preparazione delle libere elezioni del 18 marzo 1990. Il 3 ottobre 1990 la Germania era di nuovo unita. L’App è anche in italiano.

Visita suggerita: il museo della Stasi

Si chiama Runde Ecke (ne avevamo parlato in questo articolo: Lipsia non dimentica: stasi, potere e banalità),  per la sua forma arrotondata, ed è una edificio imponente e interessante sul piano architettonico che raggiungete facilmente dal centro cittadino, in Dittrichring 24. Ai tempi della DDR era la sede della Stasi (Ministero per la sicurezza dello stato) di Lipsia. Oggi è la casa di un museo, ricchissimo di testimonianze sulla vita quotidiana dei cittadini di Lipsia, “sorvegliati speciali”, e degli strumenti di spionaggio e di propaganda usati dal regime. Consigliamo di visitare il museo forniti di audioguida in italiano: http://www.runde-ecke-leipzig.de/fileadmin/user_upload/web_audioguide.pdf

Argomenti correlati

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.