13

marzo 2017

Leipziger Notenspur: la passeggiata della musica a Lipsia si fa anche in bicicletta

autore:

La tradizionale passeggiata della musica a Lipsia si rinnova: sono già disponibili le mappe di due nuovi itinerari da percorrere in bicicletta.

Gli organizzatori del “Leipziger Notenspur”, la Passeggiata della Musica a Lipsia,  hanno quasi completato la preparazione di due itinerari in bici: il primo, il “Leipziger Notenrad”, ossia un giro in bicicletta tra le note musicali dentro e fuori la città; il secondo, il “Leipziger Notenbogen”, l’Arco delle Note, un itinerario a completamento della “Notenspur” tradizionale.

La segnaletica dei due percorsi è in fase di preparazione, ma sono già disponibili le due mappe con le tappe di entrambi gli itinerari:

  • La Strada delle Note in bicicletta, circa 40 chilometri che iniziano alla Chiesa di San Tommaso (Thomaskirche) dove, nel 1212 (8 secoli fa) iniziava la storia di una delle istituzioni musicali di Lipsia, il Thomanerchor, per concludersi al Gewandhaus, la sede della prestigiosa orchestra di Lipsia – Web: http://notenspur.de/en/leipzig-music-ride/route-and-stations.html (in inglese)
  • L’Arco delle Note è una passeggiata di circa 5 chilometri, nella zona occidentale di Lipsia, compresa tra due aree verdi, il parco Rosental e il parco Klara-Zetkin; la prima tappa è il luogo dove un tempo sorgeva la casa natale di Richard Wagner e il percorso si conclude nei pressi del monumento commemorativo al musicista, inaugurato il 22 maggio 2013 – Web: http://notenspur.de/en/leipzig-music-walk/route-and-stations.html (in inglese)

Museo Bach, Lipsia - Foto Sepp Beck

In attesa che i due itinerari siano corredati dei pannelli informativi e della segnaletica stradale, non ci rimane che tornare sui nostri passi e ripercorrere la Strada delle Note che porta a Lipsia migliaia di turisti.

L’itinerario copre circa cinque chilometri e attraversa gran parte del centro cittadino. La durata del percorso varia dalle 2 alle 3 ore (una mezza giornata), escludendo le visite ai musei. Le tappe sono 23 e sono tutte segnate da elementi in acciaio fissati a terra e da un pannello informativo con una breve presentazione (in inglese e in tedesco) del luogo. La musica ci accompagna lungo tutto il percorso e i numerosi “audio” che descrivono le tappe possono essere ascoltati in due modi:

  1. con il telefono, chiamando un numero locale;
  2. con lo smartphone, dopo aver installato l’App gratuita “Leipziger Notenspur” (disponibile per iPhone e Android). L’App è in due lingue – tedesco e inglese – ed è corredata di immagini e brevi storie, recitate da attori, sui personaggi e i luoghi dell’itinerario. È integrata con le mappe per guidare i visitatori lungo il percorso.

Se avete un minimo di dimestichezza con le App, sarete a vostro agio con la “Leipziger Notenspur App”. Probabilmente è lo strumento più comodo e ricco di dettagli e approfondimenti per affrontare il percorso delle note. Se riuscite, vi consigliamo di usare l’App prima di iniziare l’itinerario, per arrivare preparati alle singole tappe del percorso.

Vi anticipiamo una breve anticipazione dell’itinerario delle note. Il punto d’avvio è il Gewandhaus, la dimora dell’orchestra Gewandhaus di Lipsia, rinnovata e aperta al pubblico nell’ottobre del 1981. Ci troviamo in Augustusplatz 9, la piazza di Augusto nel cuore di Lipsia. La tappa successiva è la Casa di Felix Mendelsshon, la sua ultima dimora a Lipsia. La casa ospita un museo per conoscere più da vicino la biografia dell’artista.

Dalla Casa di Felix Mendelsshon, il percorso vi porta verso la zona Est della città, lungo Goldschmidtstrasse e Pragerstrasse, per raggiungere il Museo degli strumenti musicali e la Casa di Robert e Clara Schumann, nella quale trascorsero i primi anni dopo il matrimonio.

Lipsia: Museo Strumenti Musicali, presso il Grassi Museum -Foto Dirk Brzoska

Poi rientrate verso il centro di Lipsia (“Zentrum”) dove vi accoglierà il Monumento a Richard Wagner. Il musicista morì ed è sepolto a Venezia, ma nacque a Lipsia nel 1813. Le tappe conclusive comprendono l’Opera di Lipsia, riaperta al pubblico nel 1960, la Chiesa di San Nicola, dove Bach fu maestro del coro e, verso la fine del percorso, il Museo Bach, che raccoglie testimonianze sulla vita e le opere di Johann Sebastian Bach a Lipsia: il museo, ricco di testimonianze e dotazioni tecnologiche, merita senz’altro una visita.

Una pausa caffè? Presso il Caffè Albero Arabo (Zum arabischen Coffe Baum). È la caffetteria più antica della Germania e fu luogo di incontri di musicisti, letterati e scienziati. Il caffè si trova in Kleine Fleischergasse 4.

Zum arabischen Coffe Baum - Leipzig

Infine ci piace ricordare che l’iniziativa nasce da un’idea dei cittadini di Lipsia. E dalla loro passione per la musica.

Vi aspettiamo a Lipsia!

Risorse:

Argomenti correlati

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.