20

agosto 2012

Seiffen – La città da favola tra i Monti Metalliferi

autore:

In viaggio alla scoperta del paese dei balocchi

Tutti gli appassionati di favole, anzi, tutti coloro che sono mai stati bambini, almeno una volta nella vita si sono chiesti se esistesse o meno il paese dei balocchi.

Immaginate la sorpresa nello scoprire che non solo esiste sul serio, ma che è anche facilmente raggiungibile! Si tratta di Seiffen, la mitica città dei giocattoli. Incorniciato dai Monti Metalliferi, la catena montuosa che segna il confine naturale tra Sassonia e Boemia, quest´ameno paesino è ovviamente la perfetta meta natalizia, tra giocattoli, luci e montagne.

Non tutti sanno però che Seiffen è anche un´adorabile meta estiva. Senza l’auspicio della bella stagione sarebbe difficile poter godere appieno di due musei davvero unici nei loro rispettivi generi, Il Museo del Giocattolo ed il Museo all´Aperto.

Il Museo del Giocattolo

Situato in una ex fabbrica di calze, il Museo del Giocattolo non cessa di affascinare i suoi visitatori dalla sua apertura nel 1953. La produzione di giochi in legno affonda le sue radici almeno 300 anni prima nella storia del paese. Con l´affievolirsi dell’attività mineraria all’inizio del Settecento, gli ingegnosi abitanti di Seiffen decisero di unire l’utile al dilettevole, diventando degli eccellenti artigiani del legno, partendo da oggetti di uso comune e progressivamente specializzandosi niente meno che in giocattoli. Il passato minerario di questa piccola città al confine con la Boemia è però rimasto ben radicato nel patrimonio culturale della zona: tra i giocattoli più popolari vi è infatti “il minatore”, accompagnato da diverse altre figure collegate agli antichi mestieri che si svolgevano a Seiffen. Tra i prodotti più caratteristici della cittadina non possiamo non menzionare il celeberrimo schiaccianoci e le deliziose piramidi, ormai oggetto di culto nei mercatini natalizi tedeschi.

Giocattolaio a Seiffen. Foto: TMGS-Rainer Weisflog

Il Museo all’Aperto

Se i giocattoli non hanno tempo né stagione, il Museo all’Aperto, come suggerisce il nome, è senz’altro più godibile nei mesi estivi o in autunno. La ricostruzione della vita del paese che esso offre è efficace e suggestiva, attraverso un bel percorso all´aperto si può infatti passeggiare tra la casa del fattore, quella del minatore, del cestaio, ovviamente del giocattolaio, e molte altre ancora, preservate con il loro mobilio originale, in modo da mostrare la vita quotidiana degli abitanti di Seiffen, attraverso i loro oggetti do uso comune e gli strumenti dei loro mestieri.

Non resta dunque che augurarvi buon viaggio!

Per ulteriori informazioni:

In apertura: museo all’Aperto a Seiffen. Foto: TMGS-Rainer Weisflog

 

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.