29

maggio 2014

Una birra con Strauss per i 150 anni

autore:

Alla Semperoper di Dresda Richard Strauss è immortalato in un busto di bronzo, sul lato dello Zwinger il suo volto si volge verso gli ingressi del primo rango, come se volesse ancora ascoltare le rappresentazioni delle sue opere, mentre una delle bacchette con cui Strauss dirigeva l’orchestra è conservata nella stanza della musica dell‘Hotel Kempinski Taschenbergpalais. Va ricordato anche l’Hotel Bellevue, bellissimo, con accesso diretto alla sponda dell’Elba che guarda sui palazzi del centro storico di Dresda, il preferito di Strauss durante i sui soggiorni e dove oggi in suo onore c’è un memoriale. E non poteva mancare una piazza nei pressi dell’Università Tecnica a lui dedicata. Il mito di Strauss vive a Dresda ed è possibile andare sulle sue tracce specialmente quest’anno in cui si festeggia il 150° anniversario dalla nascita.

Per ricordare l’anniversario, Dresda e Lipsia hanno previsto diversi concerti speciali, molti dei quali già esauriti. Nel giorno dell’anniversario, l’11 giugno, Riccardo Chailly dirigerà la Gewandhaus Orchestra mentre lo stesso giorno a Dresda andrà in scena il “Feuersnot” nel cortile della corte reale (a cura della Semperoper) e soprattutto il concerto della Sàchsische Staatskapelle che verrà trasmesso live nella Theaterplatz, la piazza della Semperoper. Un’occasione per festeggiare estesa a tutti i cittadini e turisti di Dresda, anche senza biglietto.

Nell’anno dell’anniversario di Strauss in Sassonia tutti celebrano la sua musica e vogliono ripercorrere i suoi successi: io voglio ricordare anche la sua irresistibile passione per la birra! Con il suo modo di fare ironico e divertente dichiarò una volta che avrebbe potuto trasferire in musica un bicchiere di birra e che la sua interpretazione sarebbe stata così fedele ai diversi gusti, che ogni ascoltatore sarebbe stato in grado di riconoscere se si trattava di una birra Pilsen o Kulmbach. Geniale! Strauss stesso era sposato con una cantante proveniente dalla famiglia bavarese di produttori di birra Pschorr.

Argomenti correlati

Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.