26

Giugno 2014

150 anni fa in Sassonia nasceva il freeclimbing

autore:

Yosemite? Arco? Finale Ligure? Verdon? No, Bad Schandau, Svizzera Sassone. Sì, l’arrampicata sportiva è nata proprio nel cuore di questa regione della Sassonia e ben 150 anni fa. Era il 6 marzo del 1864 quando alcuni ‘local’ riuscirono a superare gli 80 metri di roccia del Falkenstein. August Herring, Ernst Fischer, Johannes Waehnert e Heinrich Frenzel iniziarono i tentativi di raggiungere la vetta del Falkenstein qualche mese prima, il 31 gennaio del 1864 e la loro impresa fu seguita da un’altra ancora più importante dieci anni dopo. Si può dire infatti che a partire dal 1874 in Sassonia ha cominciato a farsi strada la tecnica del free climbing, vale a dire l’arrampicata senza aiuti artificiali ma nella quale corde e chiodi vengono utilizzati solo per la sicurezza. Il termine è stato utilizzato per la prima volta in una guida sull’arrampicata in Sassonia nel 1913 ma si può dire che la salita del Turnerweg del 1874, oggi classificato come III° grado, corrispondesse a questi criteri. Nel 1874 Otto Ewald Ufer e Hermann Johannes Frick salirono la roccia Mönch nei pressi di Rathen per la prima volta senza aiuti artificiali. Nel 1879 a Schandau è nata il primo club di arrampicatori, seguito nel 1895 dall’associazione Falkensteiner e nel 1896 dalla Wanderlust di Dresda e da altre fino alla nascita nel 1911 dell’Associazione Arrampicatori Sassoni. Dalla Sassonia arrivava questa forma di arrampicata molto esigente e sostenibile per le montagne negli USA e da lì ritornava in Europa e nel resto del mondo come “Freeclimbing”

Le possibilità per i principianti di imparare questa tecnica sembrano innumerevoli. Solo in Sassonia ci sono oggi oltre di 21000 vie, 148 presso il Falkenstein.

Un’altra pagina fondamentale nella storia dell’arrampicata libera è stata scritta nella primavera del 1976 quando su questa roccia di arenaria della Svizzera Sassone si incontrarono il free climber Henry Barber e il tedesco dell’Est Bernd Arnold. Nell’allora Germania dell’Est si arrampicava in libera e ad altissimi livelli da decenni e il migliore era proprio Bernd Arnold. L’arrampicata in Sassonia, complice il muro di Berlino, aveva intrapreso strade ben diverse da quelle occidentali: niente magnesite, niente chiodi, niente uso dei nuts. Dove possibile, si arrampicava a piedi nudi. Come raccontò lo stesso Barber, in quelle arrampicate, assolutamente diverse da qualsiasi altra parte del globo, si era raggiunto già da anni il grado 7a… Per festeggiare i 150 anni dell’arrampicata sportiva, il 6 marzo si è svolta una rievocazione della prima scalata del Falkenstein e diverse mostre, a Bad Schandau e a Neustadt, ripercorrono la storia degli scalatori sassoni. Da vedere fino alla fine dell’anno nel museo della città di Bad Schandau.

Credit photo: Chiara Panzeri

Interessante: viagra online spedizione rapida Gli effetti indesiderati di Sildenafil, tadalafil mylan 20 mg prezzo e vardenafil sono. Impotenza levitra orosolubile prezzo
There are certain factors that will contribute to how long Viagra will last for in your individual situation Buy Cenforce 200 Online, Prices, discount coupons and saving tips. Es gibt eine Verletzung des sexuellen Verlangens in Ihrem Mann? Viagra in unserem Geschäft Viagra Pas Cher En Ligne Livraison Rapide France. Aufmerksame Manager und attraktiver Preis.
Case Erp a Fiumicino, la dott Viagra. Marco Frattini Fisioterapista chiropratico Cialis – Senigallia dove comprare il cialis generico in italia, particolarmente interessante per transazioni finanziarie.
Sassonia Turismo Blog © 2017 — Finanziato con il contributo della Regione Sassonia — Concept by PR Partner s.a.s.Netiquette